Bio3DModel: la prima stampante 3D che replica i tessuti umani

Si chiama Stratasys J750 DAP, (Digital Anatomy Printer) ed è in grado di replicare l’aspetto e la consistenza di organi e tessuti.

Tessuti 3d

La  prima stampante 3D che replica i tessuti umani arriva in Toscana. Una rivoluzione che arricchisce la dotazione di Bio3Dmodel, la divisione del gruppo THE3DGROUP dedicata alle tecnologie avanzate e ai servizi per il mondo medicale con sede a Firenze.

La Stratasys J750 DAP è il primo modello in Europa che opera con resine fotosensibili ed è in grado di utilizzare, in un unico progetto, diversi materiali contemporaneamente, con consistenze e colori diversi. Può replicare una mano completa, o un cuore, o un sistema vascolare con vene dello spessore di un millimetro e mezzo. Tecniche sofisticate che abbinate a un software di analisi delle immagini mediche (DICOM) consentono di creare, partendo da una tac o una risonanza magnetica, un modello tridimensionale dell’organo su cui si deve intervenire.