Walter Ricciardi nominato coordinatore del comitato scientifico dello Human Technopole. Soddisfazione di Diana Bracco, Presidente del Cluster ALISEI

HT LogoHeader

Walter Ricciardi, ex presidente dell’Istituto superiore di sanità, è stato nominato coordinatore dell’organismo di consultazione scientifica dello Human Technopole, il polo della ricerca nelle scienze della vita che si sta sviluppando nell’area dell’Expo, ora Milano Innovation District.

Ricciardi è professore di Igiene alla Cattolica e presidente del Mission Board for Cancer della Commissione Europea, membro dell’Executive Board dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), e presidente della Federazione mondiale delle associazioni di sanità pubblica, ricercatore attivo alla guida di gruppi internazionali nonché consulente scientifico di governi e istituzioni internazionali ed uno dei principali esperti al mondo di sanità pubblica.

Soddisfazione di Diana Bracco, Presidente del Cluster ALISEI, per la nomina del prof. Walter Ricciardi a coordinatore dell’organismo di consultazione scientifica di Human Technopole.

Human Technopole è un progetto ambizioso e visionario”, afferma Diana Bracco, presidente del Cluster ALISEI, “che renderà il nostro Paese un protagonista globale nel campo delle scienze della vita. A Milano sta nascendo un’infrastruttura di ricerca che sarà all’avanguardia nel mondo. Lo dimostra il fatto che una personalità come lo scienziato scozzese Iain Mattaj abbia deciso di lasciare la Germania per venire in Italia a dirigere lo Human Technopole. Così come è molto significativo che uno dei massimi scienziati italiani, Walter Ricciardi, che è stato Presidente dell’Istituto superiore di Sanità e che è stato appena nominato Presidente del “Mission Board for Cancer” dell’Unione Europea, sia entrato nell’Organismo di Consultazione Scientifica, quale Coordinatore, di Fondazione Human Technopole”, sottolinea Diana Bracco che poi aggiunge: “Human Technopole deve diventare con il contributo dei territori e del mondo delle imprese un esempio positivo di technology transfer e di aggregazione di tutte le eccellenze”.