Una rete di eccellenza al servizio del cittadino

Cittadini Alta Risoluzione

Intervista a Barbara Cittadini – Presidente nazionale AIOP

AIOP rappresenta l’ospedalità privata con oltre 500 case di cura, come neo Presidente dell’Associazione, quale pensa debba essere il ruolo della ricerca all’interno delle strutture da voi rappresentate? 

La grande rete di strutture ospedaliere private, associata ad AIOP, la maggior parte delle quali accreditate con il Servizio sanitario nazionale, e che conta al suo interno, anche IRCCS, Fondazioni di ricerca operanti in tutti i settori delle scienze mediche, in particolare in quelle delle scienze della vita, e presidi ospedalieri di riferimento nazionale, rende la nostra Associazione l’organizzazione privata maggiormente rappresentativa del settore di coloro che garantiscono agli italiani servizi sanitari. È una componente fondamentale di quella filiera della salute, una realtà di eccellenza della sanità e dell’economia italiana.

Il privato non è solamente un importante erogatore di prestazioni ma, anche, una straordinaria e indispensabile risorsa per il progresso del Paese e della comunità scientifica, in quanto protagonista di primo piano del mondo produttivo e di quello della ricerca. Condizione che assume particolare rilievo, in considerazione del fatto che è maturato nel mondo il convincimento che non vi può essere progresso senza ricerca. Va inoltre rilevato come alcune strutture associate AIOP siano sedi di richiestissime università di prestigio, alle quali sono ascrivibili ricerche avanzate nel settore biomedico. L’impegno del nostro comparto nel settore della ricerca, a mio avviso, è poco conosciuto non solo dalle istituzioni ma, anche dalla popolazione e dovrà assumere l’evidenza che merita nella interlocuzione con chi ha la responsabilità della programmazione e con tutti gli stakeholders di sistema. Le nostre realtà, che hanno potenzialità reali e visione per svolgere un ruolo, anche nel campo della ricerca e dell’innovazione, dovranno essere proattive per non essere percepite, esclusivamente, come erogatrici di servizi, ma come componenti funzionali del Sistema sanitario nazionale.

Quali sono, a suo parere, i punti di forza dell’Italia nella sanità pubblica e privata e quali i punti critici?

La presenza in Italia di una componente, rilevante da punto di vista quali quantitativo, di strutture ospedaliere di diritto privato rappresenta un vantaggio per il SSN, un’opportunità preziosa per garantire prestazioni con elevati livelli di efficienza. Una grande potenzialità che, però, rischia di rimanere inespressa e che, senza l’adozione di politiche sanitarie adeguate, non sarà da sola sufficiente a garantire l’universalità delle prestazioni. Un ulteriore importante vantaggio per la sanità italiana, che deriva da questa presenza, è rappresentato dalla indubbia capacità di questa rete di aziende di adattarsi all’evoluzione dei modelli organizzativi, modificando il proprio assetto gestionale interno, conservando la capacità di investire sul cambiamento. Questa flessibilità, che è la conseguenza del pluralismo degli erogatori nel nostro Servizio sanitarionazionale, è un valore per tutto il Paese. L’auspicio è che di questo valore ne siano sempre maggiormente consapevoli i governi nazionali e regionali, che hanno la responsabilità di garantire il diritto alla salute dei cittadini.

Quale pensa sia il valore aggiunto per AIOP nell’essere presente all’interno del sistema del Cluster ALISEI?

Abbiamo avuto modo di osservare l’attività del Cluster ALISEI e di apprezzare il valore della sua azione e delle realtà imprenditoriali, istituzionali e di ricerca che lo compongono, capaci di generare importanti sinergie nel settore delle scienze della vita. L’esperienza ha dimostrato che non può esservi progresso in una società se non vi è ricerca scientifica, motivo per il quale consideriamo la ricerca il motore per lo sviluppo sociale ed economico di un Paese, per accrescere la capacità di produrre conoscenza e generare non solo nuova cultura, ma scienza, tecnologia, prodotti, servizi e quindi benessere per il cittadino. Se consideriamo che il valore di produzione dei Servizi sanitari nazionali – che includono i servizi ospedalieri, pubblici e privati, le prestazioni specialistiche e ambulatoriali e i servizi sociosanitari, a prevalente componente sociosanitaria – ammonta a circa 122 miliardi di euro, è evidente quanto il complesso comparto della salute e, la sua componente di ambito AIOP, possa contribuire, facendo “sistema” con gli altri attori del Cluster, a promuovere e favorire programmi strategici ad alto impatto socio-economico per il Paese nell’area delle scienze della vita e della salute.

Come pensa debba muoversi il Cluster ALISEI per rafforzare il rapporto sinergico tra pubblico e privato?

L’AIOP ritiene che i principi di solidarietà e, soprattutto, di universalismo, senza selettività, in base ai quali i nostri legislatori hanno disegnato il nostro Ssn, siano un patrimonio di inestimabile valore che va custodito. Oggi, il privato rappresenta la componente che contribuisce, all’interno di un sistema sanitario pubblico, attraverso una competizione integrata, regolata e trasparente, a garantire agli italiani un Servizio sanitario di elevata efficienza, attraverso un benchmarking virtuoso, che serve da stimolo al miglioramento continuo della qualità, a tutto vantaggio del servizio garantito ai cittadini utenti.

D’altra parte, in un sistema sanitario moderno, efficienza, strutture ed attrezzature all’avanguardia, un capitale umano e professionale di altissimo livello, tempi d’attesa brevi e l’attenzione al rapporto umano con il paziente-utente sono presupposti indispensabili ed imprescindibili. Ed è proprio sulla base di questi presupposti che l’ospedalità privata, in questi anni, ha saputo conquistarsi un ruolo determinante all’interno del sistema, consapevole dell’esigenza di dover migliorare la qualità dell’offerta sanitaria per essere competitivi. Il percorso intrapreso già da qualche anno dagli imprenditori della sanità privata ha contribuito alla realizzazione di una sanità efficiente e dinamica e proprio su questo aspetto, e sulla forza rappresentativa di AIOP, che il Cluster potrà contare per favorire un confronto costante con i diversi attori istituzionali nel settore della ricerca e dell’innovazione. Promuovere una sinergia virtuosa tra il pubblico ed il privato, che consenta al Paese di garantire ai propri cittadini una risposta adeguata, efficiente, efficace e di qualità, è e deve essere obiettivo di sistema perché, è proprio da una corretta interazione con il pubblico che potrebbe derivare una risposta maggiormente coerente alla reale domanda di salute della nostra collettività.