Medical device

Il comparto dei medical devices identifica qualsiasi tecnologia (dispositivi biomedicali, mezzi diagnostici in vitro, apparecchiature di imaging o dispositivi di e-health) utilizzata per diagnosticare, monitorare, valutare predisposizioni e/o pazienti affetti da una vasta gamma di sintomatologie e patologie.

Il settore dei dispositivi medici è ad alto contenuto di tecnologia e ricerca, le cui potenzialità sono mediamente poco note all’opinione pubblica nazionale: eppure, l’Italia è all’avanguardia dal punto di vista tecnologico e può contare su realtà produttive d’eccellenza.

Il principale mercato di destinazione dei dispositivi medici è quello della sanità pubblica, che assorbe circa il 70% delle vendite del settore.

Nel settore dei dispositivi medici operano 3.957 imprese (Fonte Confindustria Dispositivi Medici, dati riferiti al 2017) che occupano circa 76.400 dipendenti. Di queste, il 53% è attivo nella produzione con 2.100 stabilimenti, il 42% si occupa di distribuzione e il 5% di servizi.

 

Numeri del settore dei dispositivi medici

 

Settore complessivo (fonte Assobiomedica 2016)
Aziende 3.957
         di cui start up 334
Addetti 76.400
Personale femminile 46%
Personale laureato 43%
Personale in ricerca & innovazione 12%
Valore mercato nazionale 11,4 mld di €
Valore Export 5,1 mld di €
Comparti del settore dei medical devices
 n. aziende
Biomedicale 1.743
Diagnostica in vitro 239
Elettromedicale 221
Biomedicale strumentale 711
Attrezzature tecniche 399
Borderline 423
Servizi e software 239