Settore Life Science

Il settore delle life science è in rapida evoluzione in Italia e nel mondo. Sono in corso importanti modifiche nella relazione medico-paziente, nei bisogni e nelle aspettative di questi ultimi. Una delle sfide dei prossimi anni sarà infatti passare da una medicina “tradizionale” a una medicina delle 4P: predittiva, preventiva, personalizzata e partecipativa.

Predittiva: in cui attraverso analisi dettagliate sia possibile prevenire le malattie o diminuirne gli effetti.

Preventiva: per favorire percorsi di prevenzione efficaci verso le malattie per cui si è più predisposti spostando così il focus della medicina “dal malessere al benessere”.

Personalizzata: dove, in base alle caratteristiche dettagliate della singola persona, sarà possibile un trattamento medico personalizzato.

Partecipativa: in cui il paziente sarà in grado di effettuare scelte sulla base di informazioni precise.


La ricerca scientifica procede a un ritmo molto elevato, nuove scoperte e nuovi farmaci vengono immessi sul mercato. La ricerca biofarmaceutica oggi è fortemente focalizzata sulla medicina di precisione: le terapie personalizzate rappresentano più del 25% delle nuove molecole approvate dall’FDA nel 2015 e quasi il 45% dei prodotti in sviluppo, con una punta del 73% per l’oncologia, che ne rappresenta una delle principali aree di specializzazione, insieme ad esempio a studio del cervello, medicina di genere, mappatura del genoma. Discipline per le quali, tra l’altro, l’Italia ha diverse eccellenze internazionali.

In generale si è sempre più alla ricerca di un approccio multidisciplinare che superi la medicina tradizionale, con la collaborazione fra medici, matematici, bioinformatici, per aumentare la conoscenza dei legami tra DNA, stili di vita, ambiente e malattie.

In Italia il settore delle scienze della vita – che include l’industria farmaceutica, quella biotecnologica, quella della produzione di dispositivi biomedici e i servizi sanitari – rappresenta uno degli ambiti di punta ad alta tecnologia in cui è specializzato il Paese e può contribuire significativamente allo sviluppo economico nazionale. A dimostrazione della vitalità e della forza del settore la capacità del comparto delle scienze della vita di resistere alla crisi economica degli anni scorsi, dando un grande contributo all’economia.

Il settore delle scienze della vita è ai primi posti in Italia per competitività, produttività e investimenti in R&S.

 

I numeri della filiera life sciences

 

Addetti filiera life sciences 1.728.658
Valore produzione filiera life sciences (x1.000 €) 198.305.788
Valore aggiunto filiera life sciences  (x1.000 €) 93.092.527
Valore aggiunto filiera + indotto (x1.000 €) 161.444.322
Incidenza su PIL filiera + indotto 10%

Fonte Assolombarda Rapporto n. 10/2017