Sarcoidosi: riconoscimento mondiale per la AOU Senese, già parte della rete europea per le malattie rare

Uoc Malattie Respiratorie

Il centro Malattie respiratorie e trapianto polmonare dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese è stato individuato come punto di eccellenza e di riferimento internazionale per la sarcoidosi dalla WASOG, World Association for Sarcoidosis and Other Granulomatus Disorders, la più importante organizzazione scientifica che si occupa di sarcoidosi nel mondo.

«Siamo uno dei pochi centri europei a fregiarsi di questo riconoscimento – afferma il professor Piersante Sestini, direttore dell’unità operativa – che sottolinea l’impegno portato avanti negli scorsi anni dalla professoressa Paola Rottoli e da tutti i colleghi della UO e che ci spinge a continuare nelle attività di cura e ricerca della sarcoidosi, una malattia infiammatoria invalidante e sistemica che può interessare qualsiasi organo e apparato».
La UOC Malattie respiratorie e trapianto polmonare dell’Aou Senese è il centro di coordinamento per le malattie rare dell’apparato respiratorio della Regione Toscana, e fa parte della rete europea ERN per le malattie rare.

«Il riconoscimento – aggiunge la professoressa Elena Bargagli – è basato sulla presenza di un team multidisciplinare di professionisti specializzati, di una struttura dedicata con ambulatori, ricoveri e day service, e di una ricerca scientifica di alto livello. Di notevole importanza è anche la presenza di un laboratorio dedicato alla diagnostica delle malattie rare, parte integrante di network internazionali per la ricerca di nuovi marcatori di diagnosi e terapia della sarcoidosi».

All’interno della UOC Malattie respiratorie e trapianto polmonare è attivo il centro di riferimento regionale per la sarcoidosi e le interstiziopatie polmonari, fondato dalla professoressa Paola Rottoli. Il centro di riferimento per la sarcoidosi cura oltre 1000 pazienti all’anno, provenienti da tutta Italia; principalmente si tratta di pazienti giovani, con un’età media di 40 anni.