Irmi

Infrastruttura multiregionale per lo sviluppo delle terapie avanzate finalizzate alla rigenerazione d’organi e tessuti.

 

Al fine di ottimizzare rapidamente nuove strategie terapeutiche per la cura delle malattie croniche, riparando, sostituendo o rigenerando organi e tessuti danneggiati da malattie o dal naturale processo di invecchiamento, è nata un’efficace cooperazione tra imprese ed enti pubblici di ricerca in grado di far convergere le diverse conoscenze e tecnologie in un’unica INFRASTRUTTURA ITALIANA DI MEDICINA RIGENERATIVA (IRMI).

Il progetto IRMI, favorendo il processo di traslazione delle ricerche di base delle più importanti accademie italiane in prodotti approvati per l’uso sull’uomo, permetterà di curare le malattie croniche più onerose sgravando il SSN di notevoli costi e introdurrà nella pratica clinica nuovi trattamenti più efficaci e meno costosi.

L’infrastruttura proposta ha l’obiettivo di affermare nel contesto europeo e internazionale un processo di specializzazione tutta italiana nel settore della Medicina Rigenerativa, potenziando le infrastrutture di biobanking e di manipolazione cellulare.

Al termine del percorso di ricerca e sviluppo, è prevista l’immissione sul mercato di almeno 6 nuovi prodotti innovativi e l’avanzamento in fase II di sperimentazione clinica di almeno 2 prodotti cellulari di terapia avanzata, basati su colture di cellule staminali epiteliali. Grazie a queste attività, l’infrastruttura assicurerà la formazione di nuove figure professionali nelle diverse articolazioni della Medicina Rigenerativa con l’obiettivo di avviarle professionalmente, creando al proprio interno oltre 100 nuovi posti di lavoro.

 

Capofila: Maria Pia Hospital

Partners: AB Tremila, Genomnia, Igea, Manatee, AB Medica Spa, Chiesi Farmaceutici, Ismett, Villa Maria Hospital, Istituto Ortopedico Rizzoli, Università degli Studi di Milano, Università di Bologna, Università di Modena e Reggio Emilia, Politecnico di Torino, CNR

Responsabile di progetto: Pier Maria Fornasari (Istituto Ortopedico Rizzoli)

Responsabile Amministrativo: Carlo Di Giambattista (Gruppo Villa Maria)

Responsabile Formazione: Prof. Lorenzo Silengo (Università di Torino)