Incontro dei rappresentanti dei CTN con il Professor Giuseppe Valditara del MIUR

Reti Di Impresa

Il 7 marzo scorso si è tenuto a Roma, presso il MIUR, l’incontro tra i rappresentanti di tutti i Cluster Tecnologici Nazionali (CTN) e il Professor Giuseppe Valditara, Capo Dipartimento per la formazione superiore e per la ricerca del Ministero.

In termini generali, il Prof. Valditara ha dato l’impressione di essere consapevole del valore dei CTN, e li ritiene uno strumento molto importante. Si è dichiarato disponibile a iniziare un nuovo percorso, a partire dalla stesura del nuovo Piano Nazionale della Ricerca (PNR).

L’incontro è iniziato con una breve presentazione delle attività svolte e delle richieste o istanze che si intendevano porre al MIUR da parte di ciascun Cluster, preceduto da una presa visione del documento generale congiuntamente preparato da tutti i CTN.

Nel corso dell’incontro il Prof. Valditara ha dato alcuni importanti messaggi:

  • conferma della firma dei Decreti per i primi 8 Cluster (vedi altro articolo) e impegno da parte sua per portare alla firma nel più breve tempo possibile i successivi 4;
  • completa accettazione della richiesta dei CTN di stabilire un momento periodico di confronto tra MIUR e i CTN, per cui verrà convocata una riunione mensile di aggiornamento reciproco. Per questo il Ministero ha chiesto a ciascun Cluster di indicare una figura di riferimento con cui interagire, in maniera da organizzare incontri con solo 12 persone, una per ciascun Cluster, e rendere più operative le riunioni;
  • conferma del fatto che i Cluster saranno altamente coinvolti nel processo di composizione del PNR, interagendo con gli altri attori coinvolti, e permettendo di recuperare a pieno il coinvolgimento del mondo dell’impresa, fondamentale in azioni di programmazione e di supporto per una strategia della ricerca solida in chiave internazionale, europea, nazionale;
  • conferma che sono in via di sviluppo una serie di azioni, tra cui:
    • Fiera della Ricerca, in collaborazione con Confindustria. Il MIUR sta lavorando a una “fiera dei brevetti”, con l’obiettivo di potenziare le funzioni di trasferimento tecnologico verso le imprese, ma anche per ricevere da queste istanze da portare alle università. In questo ambito la partecipazione attiva dei Cluster e delle loro reti di imprese è fondamentale per la buona riuscita dell’iniziativa;
    • PNR: conferma dell’invio della richiesta agli enti pubblici di ricerca di indicare i propri riferimenti sulle 14 aree tematiche, per coinvolgerli nelle fasi di analisi e proposta, e assicurazione della partecipazione dei Cluster;
    • PMI: conferma come estremamente rilevante il coinvolgimento delle PMI in tutte le azioni di programmazione e attuazione dei piani di ricerca e la necessità di rafforzarle anche attraverso il supporto alla collaborazione con atenei ed enti di ricerca. Anche su questo tema i Cluster saranno determinanti;
    • Diplomazia della Ricerca: avvio di azioni per potenziare l’efficacia del nostro sistema della ricerca all’estero (soprattutto nei Paesi extra-europei) e aumentare le opportunità degli atenei di stabilire collaborazioni con università straniere.

In riferimento a Dubai 2020, si sta lavorando per una partecipazione strategica del MIUR alla manifestazione nella Penisola Araba.

In conclusione, è emerso che il MIUR intende esercitare un ruolo di forte coordinamento del Sistema Paese sui temi della ricerca e tra e con i Cluster.

I CTN sono infatti, a detta del Ministero, uno strumento strategico essenziale di raccordo tra il mondo della ricerca e quello dell’impresa, con un’attenzione particolare verso le PMI, che sembrano essere le realtà più in difficoltà nella collaborazione con gli istituti di ricerca, per supportarle nell’enfatizzare la loro capacità di innovare.